10 Giugno 2022 Off Di Hora Aboav

GELOSIAקִנְאָה  (Kinàh)! Anche INVIDIA!
La gelosia o l’invidia in ebraico sono tradotte con la stessa denominazione. È interessante pensare che nella Toràh si usa l’espressioneרוּחַ־קִנְאָה  (Ruach Kinàh)! Soffio, vento, SPIRITO DELLA GELOSIA nel momento che una persona viene colta da questo stato di malessere e di inadeguatezza. Nessuno di noi nasce vaccinato contro questo sentimento che ci obbliga a svalutare l’altro per poterci sentire più accettabili e stimati. La sua presenza annuncia assenza d’amore e ci fa sentire esclusi: il giudizio viene a cozzare con il nostro desiderio di essere amati. Così accadde anche a CAINO קַיִן. 
Ciò che mi dà sollievo, è che la radice diקִנְאָה  (Kinàh) ק נ א  vale 151 e ha lo stesso valore energetico-semantico di מִקְוֶה  (Mikvèh-bagno rituale) che deriva dalla stessa radice ק ו ה di (Tikvàh)תִּקְוָה  SPERANZA. Cerchiamo di diventare indifferenti allo spirito malevolo della קִנְאָה che come i Proverbi insegnano, è “carie delle ossa”! Purifichiamoci nelle acque benigne della fede e della speranza per rettificare la נ ן  che ci fa cadere e non ci permette di godere della sacralità della ק!
NESSUNO TOGLIE NIENTE A NESSUNO! 
C’È POSTO PER TUTTA LA NOSTRA CREATIVIT
À E TUTTI NOI ABBIAMO DIRITTO A ESSERE FELICI!