PELLE עוֹר (‘Or)

28 Novembre 2021 0 Di Hora Aboav

PELLE עוֹר (‘Or)! Essa nasce fin dal capitolo 3,21 della Torà come primo abito di Adamo ed Eva:

וַיַּעַשׂ֩ ה’ אֱלֹקִים לְאָדָ֧ם וּלְאִשְׁתֹּ֛ו כָּתְנֹ֥וֹת עֹ֖ור וַיַּלְבִּשֵֽׁם׃ פ

(Vayya’às Hashèm Elokìm leadàm uleishttò cotnòt ‘or vayyalbishèm) “E fece Il Signore Iddio per l’uomo e sua moglie tuniche di PELLE.”

PELLE עוֹר (‘Or) è una parola che ha grande assonanza con אוֹר (Or) LUCE. La mistica ebraica si è molto interessata su questo accordo linguistico e ci rivela una tesi di grande bellezza: al posto della עוֹר, copertura del nostro corpo, prima del primo חֵטא (Chet) ERRORE, PECCATO vi era LUCE אוֹר! La nostra spiritualità viene coperta e nascosta dalla nostra pelle! Siamo esseri di luce!? Attraverso la עוֹר noi veniamo a contatto con il mondo esterno e con gli altri e la sua salute dipende dal nostro assetto interiore. Se riusciremo a volerci bene, le nostre relazioni saranno ricche e costruttive, sennò la nostra pelle ne risentirà e si ammalerà. Un vocabolo che si scrive esattamente con le stesse lettere anche se la ו viene letta come consonante VAV è עִוֵּר (‘Ivvèr) CIECO. È evidente la vicinanza con il tatto-pelle. עוֹר rivela e nutre emozionalmente. Tutti abbiamo bisogno di carezze. Abbiamo già studiato la correlazione CAREZZA-CURA, לִטוּף- טִפּוּל (Litùf-Tipùl: stesse lettere in diverso ordine). I bambini ce lo insegnano: quelli che non sono stati accarezzati, toccati con amore, ne riporteranno le conseguenze per tutta la vita. La א di אוֹר ci porta all’UNO e direttamente alla presenza di Hashèm al Quale è sempre unita; La ע di עוֹר ci conduce alla fonte e alla percezione tout court ma di fatto anche alla vera esperienza visibile oltre all’invisibile. Quanto la luce mantiene sana la pelle!

L’espressione “AMICO PER LA PELLE” in ebraico si traduce “יְדִיד נֶפֶשׁ “ (Yedìd nèfesh : è la scritta sul post). Il cambiamento frequente della nostra עוֹר, il cui valore numerico è 276 insegna ulteriormente che tutto è in movimento e pronto per una buona “RIUSCITA NELL’ESPERIMENTO” esistenziale: הַצְלָחָה בְּנִסּוּי (Hatzlachàh benissùi). Infine vi saluto con un’altra esperienza gematrica che descrive la PELLE עוֹר come UN CUORE D’ORO GIGANTESCO לֵב זָהָב עֲנָקִי (Lev zahav ‘anakì) 276. Ascoltiamolo.